Abbinamenti e Saturazione Analisi Tempi e Metodi

, , ,

Abbinamenti e Saturazioni
Sempre più spesso, con l’introduzione di impianti evoluti, emergono criticità organizzative legate alla gestione delle stesse macchine da parte degli operatori.
Attività non sincronizzate, operatori in attesa, fasi non ripetitive (acicliche), segni di una organizzazione non ottimale.
Per non disperdere investimenti e capacità produttive di nuove tecnologie occorre ridurre tutti questi fattori, questo può essere fatto attraverso un’Analisi Tempi e Metodi orientata a valutare due importanti aspetti: Gli Abbinamenti e le Saturazioni.


Per Abbinamento si intende la sincronizzazione con cui si affida ad un singolo operatore più attività (Tempi Attivi) di operazioni diverse, in modo tale da poter ridurre / eliminare tutti i tempi di attesa (Tempi Passivi), più i tempi passivi saranno ridotti maggiore sarà la Saturazione dell’operatore.
Si consideri che la saturazione ideale dell’operatore non sarà mai del 100 % ma intorno al 85, 90%, bisogna considerare una % di interferenze e imprevisti nel calcolo.
L’abbinamento può essere fatto unendo attività di conduzione macchine con altre manuali o anche di controllo, solitamente all’interno di tutte le attività fatte da un operatore ne esiste una Fondamentale con un tempo ciclo più lungo ed altre secondarie a completamento del ciclo standard della persona.
Più questo ciclo risulta sequenziale e ripetitivo più la produttività risulterà alta, a favore di ciò sicuramente aiuta avere un buon layout degli impianti, vicini tra di loro, orientati a facilitare gli spostamenti dell’operatore.
Nel caso invece interessi la saturazione degli impianti occorre ridurre i Tempi a macchina ferma.
Due semplici regole che aiutano a valutare se sia meglio saturare la persona o la macchina:
Macchina a basso costo = saturare l’operatore
Macchina con costo elevato = saturare l’impianto

Supportiamo le aziende in progetti di Ottimizzazione Processi, Analisi Tempi e Metodi al fine di ottimizzare l’utilizzo delle risorse, persone ed impianti.

Contattaci per avere approfondimenti sul tema, saremo lieti di ascoltare le tue richieste ed esserti di aiuto per progetti di Ottimizzazione Processi.

Stefano Lecchi

segreteria@leanpull.com

stefano.lecchi@leanpull.com

mobile +39 338 36 22 206

Lean Office Progetto

, , , , ,

Lean Office.
Imparare a disegnare i processi di ufficio, mappare un processo Attuale e crearne uno nuovo ottimizzato, definire un piano di miglioramento individuando i punti critici, ridurre i tempi di attesa, eliminare le azioni che creano ritardi.
(nella foto la mappatura di un processo di gestione presenze HR di una nota società nel settore Pulizie Industriali; obiettivo del workshop ridurre il lead time dell’intero processo, eliminare i colli di bottiglia, ridurre le ore uomo per la gestione dell’attività, creare indicatori KPI di controllo)
Promuoviamo work shop dedicati al miglioramento dei processi amministrativi, sono molte le società che ci richiedono un supporto per migliorare e ridurre le inefficienze nelle loro attività.
Utilizziamo il Bpi Business Process Improvement, una metodologia creata appositamente per migliorare le attività di ufficio.

Contattaci per avere maggiori approfondimenti su questa importante metodologia di Ottimizzazione dei Processi Ammnistrativi.

Stefano Lecchi

stefano.lecchi@leanpull.com

segreteria@leanpull.com

mobile +39 338 36 22 206

La Sfera di Influenza

, , , ,

La Sfera di Influenza, come allargare il proprio Centro di Influenza, aumentando autonomia decisionale, motivazione e produttività.
Riuscire a migliorare la gestione del proprio tempo eliminando i fattori che limitano la vostra autonomia.
Gestire al meglio il tempo porta ai seguenti vantaggi ….
– Maggior fiducia in se stessi
– Motivazione
– Focus sulle aspettative esterne
– Proattività
– Consapevolezza e capacità di resistenza dagli attacchi esterni.
Il tempo è immutabile fate in modo di essere voi a gestirlo al meglio.

(Contattaci per valutare insieme le tue necessità)

Industrializzazione Prodotto e Processo

, , , , ,

Spesso durante le nostre attività di consulenza o anche formazione professionale ci troviamo di fronte a problematiche comuni a molte aziende.
Faccio riferimento alla fase di passaggio molto importante tra le attività di Industrializzazione, Prototipazione e la fase di Produzione Standard.
In questa importante snodo spesso sono presenti notevoli aspetti critici che se mal gestiti o addirittura non considerati portano di riflesso ad avere continue disefficienze (fondamentalmente aspetti qualitativi del prodotto e produttività ) che vanno a “contaminare” la Produzione in serie.
Ma come fare per evitare questo rischio?
La soluzione migliore da adottare è creare team inter funzionali che lavorino sulla parte finale della fase di Industrializzazione e sull’avvio della produzione di serie, che siano formati ad esempio sull’utilizzo di tecniche di team building, su tools come l’A3 PPS, ecc…
Team cross functional con skill diversificate e con livelli di autonomia via via sempre più elevati.
L’implementazione in azienda di un presidio fisso di questo genere di ruoli trasversali garantirà risultati economici di rilievo e l’introduzione di modelli organizzativi più evoluti.

(Contattaci per poter valutare insieme le tue necessità)